L’elicottero Ingenuity pronto per volare su Marte

Procede con successo la missione di Perseverance e nell’ultima decade di marzo 2021 sono iniziate le operazioni per depositare l’elicottero marziano e finora tutto è andato per il meglio: Ingenuity ha aperto le sue quattro “zampe” per depositarsi sulla superficie di Marte e l’8 aprile iniziare a volare. E’importante sottolineare che questo tipo di spiegamento…

Read Now

La nuova foto polarizzata del Buco Nero fotografato nel 2019

Questa è la prima misura della polarizzazione della luce – fenomeno che indica la presenza di campi magnetici ai confini di un buco nero – e dal punto di vista scientifico – da questo studio si ricavano preziose informazioni, utili a comprendere il comportamento dei campi magnetici intorno ai buchi neri e i processi che, in queste…

Read Now

Hope, Tianwen-1 e Perseverance: le missioni marziane del 2021

Con l’ammartaggio di Perseverance le missioni del 2021 su Marte, previste per questo 2021, hanno raggiunto tutte la meta. Il rover americano della Nasa è infatti l’ultimo arrivato a destinazione dopo l’arrivo su Marte di Al Amal (Hope) degli Emirati Arabi e Tianwen-1 della Cina. A seguire riassumiamo quindi quali vogliono essere gli obbiettivi scientifici di questi diversi attuali “ospiti”…

Read Now

Crew Dragon: ecco i nuovi esperimenti che verranno eseguiti in microgravità

Dopo che la capsula Crew Dragon si è agganciata con successo alla ISS la SpaceX ora si appresta a lanciare la sua ventunesima missione di rifornimento verso il laboratorio orbitante. La prossima tappa sarà quella di una rinnovata capsula cargo Dragon che porterà ristori e nuovi esperimenti ai 7 componenti della Expedition 64. L’elenco degli…

Read Now

Coppia “Rosso Einstein” a 29mila anni luce

Un effetto previsto da Albert Einstein è stato chiaramente identificato in un sistema binario a circa 29mila anni luce dalla Terra. Si tratta del redshift gravitazionale, una conseguenza della teoria della relatività generale, grazie alla quale la lunghezza d’onda della luce viene spostata verso colori più rossi a causa della gravità. Utilizzando il telescopio spaziale a…

Read Now

Al via la Europe Code Week 2020

Da sabato 10 a domenica 25 ottobre, in tutta Europa, si terranno migliaia di eventi dedicati a imparare a programmare, divertendosi. Sono già più di 30mila gli appuntamenti in calendario, visibili sul sito ufficiale della Europe Code Week. Punto di riferimento in Italia è Alessandro Bogliolo, docente dell’Università di Urbino, ambasciatore del coding in Italia e coordinatore di Europe…

Read Now

Trovato un sistema di laghi con acqua salata sotto il Polo Sud marziano a conferma della scoperta italiana del 2018.

Nuove prove della presenza di acqua salata su Marte. Dopo l’individuazione di un lago a circa 1,5 Km di profondità sotto il Polo Sud del pianeta rosso nel 2018 da parte di un gruppo internazionale di ricercatori tra cui italiani dell’Asi, dell’Inaf, del Cnr e dell’università di Roma 3 – il radar sottosuperficiale italiano Marsis…

Read Now

Ecco gli Azzurri olimpici 2020: Per la prima volta la squadra azzurra delle Olimpiadi italiane di astronomia è stata selezionata e premiata online

Con la  Finale nazionale disputata il 18 luglio 2020 si è conclusa, con la premiazione online, la diciottesima edizione delle Olimpiadi italiane di astronomia. . Gli 80 finalisti provenienti da tutta Italia, invece che riunirsi come ogni anno in una sede unica, sono stati convocati dal Comitato organizzatore a disputare la finale nazionale 2020 in dodici sedi differenti, distribuite su tutto il…

Read Now

Quando Mercurio si traveste da cometa

Il Pianeta Mercurio ha evidenziato di possedere una “Coda”, lunga oltre 2,5 milioni di chilometri, dovuta alla presenza di atomi di sodio nell’atmosfera del pianeta, quando questi vengono liberati ed eccitati dall’intensa radiazione solare. Questo fenomeno è stato immortalato in un eccezionale scatto fotografico, dall’astrofotografo italiano Andrea Alessandrini – Laureato in ingegneria aerospaziale e appassionato…

Read Now

Un buco nero mostruoso nell’universo primordiale

Grazie all’Osservatorio Gemini e al Cerro Tololo Inter-American Observatory (Ctio) – programmi del Noirlab (National Optical-Infrared Astronomy Research Laboratory) della National Science Foundation – gli astronomi hanno scoperto il secondo quasar più lontano di sempre. Si tratta inoltre del primo quasar a ricevere un nome indigeno hawaiano, Pōniuāʻena, in onore del fatto che gli osservatori principali di questi Quasar si trovano a Maunakea nelle Hawaii. Nel…

Read Now