Al via la Europe Code Week 2020

Da sabato 10 a domenica 25 ottobre, in tutta Europa, si terranno migliaia di eventi dedicati a imparare a programmare, divertendosi. Sono già più di 30mila gli appuntamenti in calendario, visibili sul sito ufficiale della Europe Code Week. Punto di riferimento in Italia è Alessandro Bogliolo, docente dell’Università di Urbino, ambasciatore del coding in Italia e coordinatore di Europe…

Read Now

Trovato un sistema di laghi con acqua salata sotto il Polo Sud marziano a conferma della scoperta italiana del 2018.

Nuove prove della presenza di acqua salata su Marte. Dopo l’individuazione di un lago a circa 1,5 Km di profondità sotto il Polo Sud del pianeta rosso nel 2018 da parte di un gruppo internazionale di ricercatori tra cui italiani dell’Asi, dell’Inaf, del Cnr e dell’università di Roma 3 – il radar sottosuperficiale italiano Marsis…

Read Now

Ecco gli Azzurri olimpici 2020: Per la prima volta la squadra azzurra delle Olimpiadi italiane di astronomia è stata selezionata e premiata online

Con la  Finale nazionale disputata il 18 luglio 2020 si è conclusa, con la premiazione online, la diciottesima edizione delle Olimpiadi italiane di astronomia. . Gli 80 finalisti provenienti da tutta Italia, invece che riunirsi come ogni anno in una sede unica, sono stati convocati dal Comitato organizzatore a disputare la finale nazionale 2020 in dodici sedi differenti, distribuite su tutto il…

Read Now

Quando Mercurio si traveste da cometa

Il Pianeta Mercurio ha evidenziato di possedere una “Coda”, lunga oltre 2,5 milioni di chilometri, dovuta alla presenza di atomi di sodio nell’atmosfera del pianeta, quando questi vengono liberati ed eccitati dall’intensa radiazione solare. Questo fenomeno è stato immortalato in un eccezionale scatto fotografico, dall’astrofotografo italiano Andrea Alessandrini – Laureato in ingegneria aerospaziale e appassionato…

Read Now

Un buco nero mostruoso nell’universo primordiale

Grazie all’Osservatorio Gemini e al Cerro Tololo Inter-American Observatory (Ctio) – programmi del Noirlab (National Optical-Infrared Astronomy Research Laboratory) della National Science Foundation – gli astronomi hanno scoperto il secondo quasar più lontano di sempre. Si tratta inoltre del primo quasar a ricevere un nome indigeno hawaiano, Pōniuāʻena, in onore del fatto che gli osservatori principali di questi Quasar si trovano a Maunakea nelle Hawaii. Nel…

Read Now

Cinquantanove anni fa il volo di Gagarin

Il 12 aprile è la data scelta dalle Nazioni Unite per celebrare la Giornata mondiale dell’uomo nello spazio, in particolare per commemorare il russo Jurij Alekseevič Gagarin (1934-1968) che, il 12 aprile 1961, con un volo orbitale di 1 ora e 48 minuti – a bordo della capsula spaziale Vostok 1 -diventa il primo cosmonauta della storia, viaggiando…

Read Now

Coronavirus, ripercussioni sulle missioni spaziali

Con mezzo mondo confinato in casa per contenere il diffondersi del virus, tutti si sono dovuti adattare ai nuovi canoni dello studio e del lavoro a distanza passando attraverso la condivisione dei documenti, i mail, le continue teleconferenze che sostituiscono tutte le occasioni di incontro, da una semplice riunione tra colleghi a simposi internazionali, cancellati…

Read Now

Omaggio a Raffaello Sanzio il principe delle arti

Il 6 aprile 2020, purtroppo in un momento storico in cui il mondo è con il fiato sospeso a causa del Covid-19 e attende di tornare alla normalità, ricorre il cinquecentenario dalla morte di Raffaello Sanzio, il principe delle arti, nato e cresciuto a Urbino, che da secoli incanta intere generazioni per la perfezione, delicatezza e…

Read Now

Laboratori di astrofisica per la lotta al coronavirus

I laboratori e le officine dell’Istituto nazionale di astrofisica, specializzati nello sviluppo di sofisticata strumentazione per osservazioni astronomiche da terra e dallo spazio, sono dotati di apparati tecnologici e competenze professionali che concorreranno in varie forme e da subito alla lotta contro il coronavirus. Questo è quanto è emerso di recente da un primo sommario…

Read Now

Quando non si può tornare indietro nel tempo

Il caos è presente nella maggior parte dei sistemi stellari dinamici e si manifesta attraverso la divergenza esponenziale di piccole perturbazioni, che porta all’irreversibilità temporale e aumenta l’entropia nel sistema. Fino ad ora, una relazione quantitativa tra il caos nei sistemi stellari dinamici e il livello di irreversibilità del sistema era indeterminata. Gli scienziati hanno sempre spiegato la mancanza di…

Read Now