Richard Branson parteciperà alla prima missione di Virgin Galactic anticipando Jeff Bezos nel ruolo di primo turista spaziale, ma su New Shepard salirà anche una donna di 82 anni!

Virgin Galactic aveva affermato che il successivo volo di prova di SpaceShipTwo avrebbe trasportato quattro dipendenti della compagnia, insieme a due piloti, ma improvvisamente poche settimane fa, la compagnia ha deciso di anticipare il volo di Branson, decidendo di farlo volare sulla SpaceShipTwo insieme al gruppo di “collaudo”, in quanto l’esperienza di Branson sarà fondamentale per migliorare il viaggio di tutti i futuri clienti astronauti.

In questo volo verrà data molta importanza alla valutazione complessiva dell’esperienza di volo dal punto di vista del futuro cliente, in particolare testare l’ambiente della cabina con un equipaggio completo, il comfort del sedile, l’esperienza in condizioni di microgravità e le varie visuali della Terra offerte dall’astronave al culmine del volo. Inoltre, saranno valutate anche le condizioni per condurre esperimenti di ricerca durante un volo suborbitale, oltre che a confermare il programma di addestramento a Spaceport America.
Oltre a  Sir Richard Branson i quattro specialisti di missione del volo saranno: Beth Moses (Istruttrice Capo Astronauta), Colin Bennett (ingegnere capo delle operazioni), Sirisha Bandla (vicepresidente degli affari governativi e delle attività di ricerca).

Il fondatore di Virgin Galactic afferma: “Credo davvero che lo spazio appartenga a tutti noi. Dopo oltre 16 anni di ricerca, ingegneria e test, Virgin Galactic è all’avanguardia di una nuova industria spaziale commerciale, che è destinata ad aprire lo spazio all’umanità e a cambiare il mondo per sempre. Una cosa è avere il sogno di rendere lo spazio più accessibile a tutti; ed un’altra è, per una squadra incredibile, trasformare collettivamente quel sogno in realtà. Come parte di un eccezionale equipaggio di specialisti di missione, sono onorato di aiutare a validare il viaggio che i nostri futuri astronauti intraprenderanno e garantire che offriremo l’esperienza unica che le persone si aspettano da Virgin”.

Dopo questo volo comunque Virgin Galactic ha affermato di prevedere ancora due voli di collaudo da effettuare entro la fine dell’anno ed in particolare uno di questi produrrà un utile per la società, visto che è stato acquistato dall’Aeronautica Militare Italiana per effettuare esperimenti scientifici.

Ovviamente questo cambiamento dei piani di volo Space Ship Two rappresenta certamente anche una sfida nei confronti del rivale Blue Origin e di Jeff Bezos. Intanto Blue Origin ha recentemente comunicato che farà parte dell’equipaggio del primo volo di prova anche Wally Funk: una delle donne che aveva cercato di diventare astronauta sei decenni fa partecipando al programma Mercury 13 che, negli anni ’60, ha visto ben tredici donne americane superare con successo gli stessi test di screening fisiologico e psicologico compiuti dagli astronauti selezionati dalla NASA per il Progetto Mercury.

Differenziandosi dalle altre donne di Mercury 13 che in realtà poi non volarono mai nello spazio, Wally è stata la prima ispettore donna della FAA e la prima donna investigatore della sicurezza aerea dell’NTSB ed ha insegnato a volare a più di 3000 persone.
Oggi ha 82 anni e farà parte del primo equipaggio di New Shepard. Sarà anche la persona più anziana ad aver mai volato nello spazio.

Fonte: SpaceNews.com, Astronautinews, NewsSpazio

Facebooktwitterlinkedin