Luglio 2020 anomalo: meno caldo e siccitoso rispetto alla media climatica degli anni ‘2000

La statistica meteo-climatica relativa agli ultimi 20 anni aveva evidenziato che quasi tutti i mesi di luglio degli anni ‘2000 sono stati più caldi e siccitosi di quelli del ventennio precedente. E così è stato soprattutto per le 5 ultime annate, tanto che il 2015 addirittura detiene il record del mese di luglio più caldo di sempre.

Ma alcune anomalie climatiche, legate alla temperatura superficiale dei mari SST – Sea Temperature Anomaly-, che hanno già reso anomalo il mese di giugno 2020, sono ancora in atto  e questo spiegherebbe  il clima benevolo di questa prima metà di luglio 2020.

Le anomalie climatiche legate alla SST, a seguito dell’inerzia termica dei mari, non si rimarginano in genere nell’arco di 1-2 mesi, perciò l’ipotesi è che anche il resto del mese di luglio poterebbe essere anomalo, ovvero con brevi  incursioni dell’anticiclone Nord africano alternate ad altrettanto frequenti e brevi “refreschs” da parte di correnti Nord atlantiche.

Questo quadro prognostico per  il resto di luglio 2020 sembra sia confermato anche dalle proiezioni dei modelli relative al clima previsto per le 3 rimanenti settimane di luglio, quella in atto compresa.

In particolare da circa la metà del mese predominano le fresche correnti atlantiche ma solo qualche temporale pomeridiano sui rilievi. Poi ancora qualche giornata di caldo intenso e, a fine mese, torna il predominio delle fresche correnti atlantiche. L’anticiclone africano probabilmente assente o presente per brevissima durata, visto che la pressione prevista è nella norma.

Fonte: Meteo Giuliacci