L’INQUINAMENTO AL TEMPO DEGLI ANTICHI ROMANI

Gli strati più profondi di ghiaccio datato al carbonio 14 che si trovano nel ghiacciaio del Monte Bianco nelle Alpi francesi, hanno fornito una testimonianza delle condizioni atmosferiche dell’antica era romana. Pubblicato in Geophysical Research Letters , lo studio, condotto da un team internazionale presso l’Institute for Geosciences and Environmental Research, rivela un significativo inquinamento atmosferico da metalli pesanti: la presenza di piombo e antimonio (rilevata per la prima volta in un antico ghiaccio alpino) è legata all’attività mineraria e alla produzione di piombo e argento da parte degli antichi romani, ben prima dell’età industriale.

Fonte: Luigi Bignami