Intuizione e ricerca scientifica a Roma

È in programma per il pomeriggio di giovedì 21 marzo, alle ore 15,00 a Roma, nella sede del Cnr, un incontro pubblico sul ruolo dell’intuizione nella ricerca. Il convegno è organizzato congiuntamente dalla Pastorale degli enti di ricerca del Miur con il Cnr, l’Infn, l’Inaf, l’Ingv e l’Asi. 

Sarà un confronto interdisciplinare, con gli interventi dei rappresentanti dei maggiori enti di ricerca italiani.

I lavori saranno aperti dai saluti del presidente del Cnr Massimo Inguscio e del presidente dell’Infn Nando Ferroni, e introdotti dal cappellano degli enti di ricerca del Miur Padre Mauro Oliva. Seguiranno cinque relazioni dedicate al tema – moderate da Piergiorgio Picozza del Consiglio direttivo dell’Infn: “L’intuizione nel lavoro dello scienziato”, di Massimo Inguscio; “Aspetti filosofici dell’intuizione”, diPaul Gilbert, docente di filosofia teoretica alla Pontificia Università Gregoriana; “È possibile educarsi ed educare all’intuizione?”, di Antonio Bellingreri, docente di pedagogia all’Università di Palermo; “L’intuizione e la neurobiologia”, di Tullio Pozzan, direttore del Dipartimento di scienze biomediche del Cnr; e infine “L’esperienza e lo studio dell’intuizione nell’arte e nella scienza”, di Riccardo Brunetti, docente di psicologia e scienza cognitiva all’Università Europea di Roma e all’Università Sapienza. La giornata si concluderà con un intervento del presidente dell’Inaf Nichi D’Amico.

Il convegno si inserisce infatti nell’ambito del programma scientifico-culturale del 2019 della Pastorale degli enti di ricerca del Miur. Programma che prevede, fra l’altro, per il prossimo 20 giugno, anche una tavola rotonda ospitata nella Sede centrale dell’Inaf, all’Osservatorio di Monte Mario, dal titolo “L’universo sopra di noi, quello dentro di noi, quello che noi siamo. Quali vie di esplorazione e di introspezione? C’è qualcosa che le accomuna? Abbiamo qualche cosa in comune oltre alla dimensione fisico-chimica?”.

Fonte:INAF