Ciao Opportunity

La Nasa ha ufficialmente comunicato la fine della missione di Mars Exploration Rover Opportunity: non ci saranno più tentativi di ristabilire i contatti perchè ormai la probabilità di ricevere un segnale è troppo bassa per continuare gli sforzi di recupero».

Il rover lanciato dalla Nasa nel lontano 7 luglio del 2003, il 25 gennaio del 2004 atterra sul Pianeta rosso, dove resta in attività per più di 15 anni. Una lunga carriera, con numerosi  risultati scientifici portati a casa, che gli ha permesso di ottenere il record di longevità sul pianeta: a oggi 5352 Sols (giorni marziani). Dal 10 giugno 2018 tuttavia a causa di una tempesta di sabbia, i contatti con il rover si sono persi. Da quel giorno sono stati condotti diversi tentativi di rivitalizzare Opportunity, inviando molti segnali nella speranza di riceverne uno che potesse confermarne la ripresa, ma senza alcun risultato raggiunto.

Nel periodo compreso dal sol 5340 al sol 5346, (ossia dal 31 gennaio 2019 al 6 febbraio 2019), il team di Oppy,  dopo aver inviato numerosi segnali – più di 835 comandi di recupero dall’ultimo contatto –  ancora speranzoso, ha cercato di ascoltarne qualcuno in ingresso su una vasta gamma di frequenze utilizzando la rete di radiotelescopi Deep Space Network radio science receiver. Ciò anche in virtù dell’opacità ambientale – compresa tra 0.9 to 1.3 tau , prossima alla trasparenza e che, secondo gli scienziati  avrebbe potuto permettere la ricarica della batterie a energia solare del rover e ricevere il ritorno di un segnale, cosa che invece non è più avvenuta.