Al via la Europe Code Week 2020

Da sabato 10 a domenica 25 ottobre, in tutta Europa, si terranno migliaia di eventi dedicati a imparare a programmare, divertendosi. Sono già più di 30mila gli appuntamenti in calendario, visibili sul sito ufficiale della Europe Code Week. Punto di riferimento in Italia è Alessandro Bogliolo, docente dell’Università di Urbino, ambasciatore del coding in Italia e coordinatore di Europe Code Week, che da anni promuove e diffonde il pensiero computazionale, un processo mentale per la risoluzione di problemi, utile in tutte le attività del quotidiano.

Da tre anni anche l’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) partecipa attivamente alla settimana europea della programmazione, affiancando i docenti nell’organizzazione di eventi (da remoto e nelle scuole), promuovendo corsi di formazione per insegnanti (sul coding, la robotica educativa e il tinkering), proponendo eventi per la cittadinanza e collaborando con i CoderDojo.

Quest’anno, a causa della pandemia da Covid-19, per i ricercatori e i tecnologi dell’Inaf non è possibile entrare nelle classi in presenza. Ecco allora che, per cercare di dare un contributo “a distanza”, quest’estate è nata la piattaforma Play, che raccoglie diverse attività legate al coding, alla robotica educativa, al making e al tinkeringTre di queste attività sono state selezionate dalla Commissione Europea e sono presenti anche sul sito della Europe Code Week: la Bilancia gravitazionale con ArduinoCrea il tuo astro-documentario con Scratch e Quanto pesi nel Sistema solare? Per illustrare queste tre risorse, sono in programma altrettanti webinar, organizzati in orario scolastico come attività online aperte, che verranno trasmessi in streaming nelle giornate del 16, 21 e 22 ottobre, alle 10:30.

«Con l’organizzazione di questi webinar aperti l’Inaf coglie appieno il senso di Europe Code Week, offrendo esperienze formative avvincenti e innovative, che dimostrano con esempi concreti le potenzialità e la trasversalità del coding», dice Bogliolo. «Invito le scuole a cogliere l’opportunità di seguire i webinar in diretta, ricordando a tutti gli insegnanti che la partecipazione ai webinar è un’attività fondamentale dell’edizione 2020 di Code Week, che merita di essere registrata sulla grande mappa che dà la misura della portata dell’iniziativa».

L’obiettivo delle attività proposte dall’Inaf vuole essere quello di contribuire a trasmettere entusiasmo per la ricerca nel campo dell’astronomia e dell’astrofisica, usando le immense potenzialità del coding per far comprendere e consolidare concetti non facili, oltreché supportare le scuole con proposte creative, stimolanti e divertenti che pongano gli studenti davanti a piccole sfide, con la speranza di far accendere in loro la passione per la ricerca. Non solo la ricerca scientifica: la ricerca della soluzione di un problema… senza paura, con pazienza, metodo e tenacia.

Fonte: INAF